Biblioteca Previdenziale

Nell’intento di offrire ai lettori un quadro generale del complesso universo del welfare nelle sue differenti declinazioni, la Biblioteca Previdenziale raccoglie ricerche, analisi, pubblicazioni realizzate dal Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali e le norme di maggior interesse per il mondo della previdenza di base e complementare, dell’assistenza sanitaria pubblica e integrativa e del welfare inteso nella sua accezione più ampia.

 Per consentire una più semplice consultazione, la Biblioteca è quindi strutturata in due sezioni:

  • Pubblicazioni: contiene tutte le ricerche realizzate dal Centro Studi e Ricerche di Itinerari Previdenziali nel corso della propria decennale attività, con rimando anche ad alcune delle principali pubblicazioni italiane e internazionali in materia di welfare pubblico e complementare
  • Normativa: raccoglie le più importanti disposizioni di legge, relative agli Enti di Previdenza di base, ai Fondi Pensione, alle Forme di Assistenza Sanitaria Integrativa e alle Fondazioni di origine bancaria

Tra gli strumenti utili offerti dalla Biblioteca anche il Comparatore dei Fonditool pensato per consentire ad operatori di settore, soggetti interessati e aderenti di conoscere meglio le diverse forme di previdenza integrativa, indagandone rendimenti, volatilità e profili di rischio e altre informazioni necessarie al confronto tra le linee di investimento dei fondi pensione negoziali, dei fondi pensione aperti e dei PIP. 

 

Lavoratori over 55, sfide e strumenti dell’active ageing: job redesign, flessibilità e formazione continua

Sotto la spinta dell’invecchiamento della popolazione e della normativa previdenziale vigente, aumentano i lavoratori di età compresa tra i 55 e i 64 anni. Poche però le misure concretamente messe in atto per favorirne permanenza sul lavoro, benessere psico-fisico e produttività.

"Over 55 e active ageing. Approfondimento sull’invecchiamento attivo in Italia: dimensioni del fenomeno, criticità e possibili aree di intervento": gli spunti di analisi e riflessione emersi dal primo Osservatorio sul Mercato del Lavoro curato dal Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali

Dichiarazioni dei redditi ai fini Irpef, chi paga il conto da 163 miliardi?

Sui redditi dichiarati per l'anno 2016 sono stati versati ai fini Irpef 163,377 miliardi di euro: in quale misura hanno "pagato" questo conto le diverse tipologie di contribuenti? La scomposizione rivela che oltre il 50% delle imposte è versato dai dipendenti, un altro 30% è a carico dei pensionati e meno del 15% del gettito arriva da imprenditori, commercianti e professionisti.