Prodotti innovativi e soluzioni efficienti per competere nel tempo del coronavirus e dei tassi minimi

Annual Meeting dedicato alle Compagnie di Assicurazione

“Gli esami non finiscono mai” recitava Eduardo De Filippo nel 1973 nella sua celebre commedia in tre atti: è vero! Le Compagnie di Assicurazione, più di altri operatori di mercato, sono chiamate a sfide che riguardano una parte importante del welfare del XXI secolo: a) la copertura dei rischi sanitari nell’epoca del coronavirus che ha trovato impreparato l’intero mondo ma ha anche messo a nudo tutte le debolezze del sistema sanitario pubblico italiano, che pensavamo di eccellenza, ed evidenziato pure ampie carenze del mondo assicurativo, che poco ha potuto fare per i propri assicurati; b) la sfida demografica e le opportunità della cosiddetta Silver Economy (e anche qui COVID-19 ha mostrato tutte le gravissime carenze nella cura dei nostri anziani); c) la sfida dei tassi nell’epoca dei rendimenti zero.

Sfide che rendono necessari prodotti innovativi e soluzioni efficienti per coprire i nuovi rischi e conseguire rendimenti in linea con le promesse fatte ai propri assicurati in uno scenario macroeconomico e finanziario mutevole e di non semplice lettura che richiede un profondo ripensamento degli strumenti e delle strategie di investimento da inserire nelle proprie allocazioni. Investimenti in un mondo nuovo rispettoso dell’ambiente, della natura e del sociale: investimenti sostenibili e ESG che la pandemia ha ulteriormente evidenziato come fondamentali. Siamo ospiti sulla e non padroni della Terra.

È in tale contesto che si inserisce la possibilità, divenuta ormai necessità, di guardare a prodotti alternativi di investimento, che possano generare rendimento aggiuntivo con un rischio allineato alle esigenze delle Compagnie di Assicurazione, compatibilmente l’assorbimento di capitale dovuto alla normativa Solvency, che impone di condurre un’attenta analisi sui propri attivi per diversificare le asset allocation tradizionali. Su questi temi è incentrata la due giorni di meeting, una buona occasione per un approfondimento di alto livello con i soggetti apicali, i responsabili finanza e i risk manager delle più importanti imprese assicuratrici, beneficiando anche di un confronto con policy maker e analisti in geopolitica, finanza, economia e vigilanza, settori particolarmente rilevanti per l’attività delle imprese assicuratrici, in continuità con le tematiche affrontate nelle scorse edizioni.

Ciascuna delle due sessioni di lavoro previste si articolerà dunque in tre momenti:

  • i quadri di contesto, con approfondimenti relativi al quadro macroeconomico, finanziario e geopolitico e all’analisi - a cura degli stessi policy maker - delle prospettive nazionali ed europee nell’ambito della vigilanza e delle misure rivolte agli investitori istituzionali;
     
  • gli scenari, relativi alle diverse possibilità di investimento dei patrimoni nelle differenti asset class, al loro potenziale in termini di ritorni economici e ai riflessi su solvibilità, redditività e sviluppo del sistema Italia;
  •  
  • le riflessioni, previste al termine di ogni sessione come momento di dibattito sui temi trattati e introdotte da brevi interventi a cura di vari esponenti delle assicurazioni.​

 

Attenzione! Nonostante il lungo lavoro dedicato alla preparazione dell'evento, le condizioni di perdurante incertezza sanitaria, che non consentono a molte Compagnie di Assicurazione la possibilità di trasferte, ci costringono a un posticipo. Il rinvio ci darà il tempo necessario a preparare un evento di qualità sia per numero di interlocutori presenti sia sotto il profilo dell'organizzazione, che avverrà nel pieno rispetto delle direttive anti-contagio COVID previste dalla Regione Toscana. Seguiranno in ogni caso ulteriori dettagli non appena possibile.

Le iscrizioni sono pertanto sospese. Per informazioni, potete contattarci via e-mail all'indirizzo: info@itinerariprevidenziali.it

 

Con il patrocinio

Main Partner

Partner