Biblioteca Previdenziale

Nell’intento di offrire ai lettori un quadro generale del complesso universo del welfare nelle sue differenti declinazioni, la Biblioteca Previdenziale raccoglie ricerche, analisi, pubblicazioni realizzate dal Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali e le norme di maggior interesse per il mondo della previdenza di base e complementare, dell’assistenza sanitaria pubblica e integrativa e del welfare inteso nella sua accezione più ampia.

Per consentire una più semplice consultazione, la Biblioteca consente quindi di accedere a due diverse tipologie di risorse: 

  • Pubblicazioni: tutte le ricerche realizzate dal Centro Studi e Ricerche di Itinerari Previdenziali nel corso della propria decennale attività, con rimando anche ad alcune delle principali pubblicazioni italiane e internazionali in materia di welfare pubblico e complementare
  • Normativa: le più importanti disposizioni di legge, relative agli Enti di Previdenza di base, ai Fondi Pensione, alle Forme di Assistenza Sanitaria Integrativa e alle Fondazioni di origine bancaria

Tra gli strumenti utili offerti dalla Biblioteca anche il Comparatore dei Fonditool pensato per consentire ad operatori di settore, soggetti interessati e aderenti di conoscere meglio le diverse forme di previdenza integrativa, indagandone rendimenti, volatilità e profili di rischio e altre informazioni necessarie al confronto tra le linee di investimento dei fondi pensione negoziali, dei fondi pensione aperti e dei PIP. 

 

Il mercato del lavoro prima e dopo lo "choc coronavirus"

Se già negli ultimi mesi tutti i principali indicatori mostravano una graduale ma evidente flessione nell'occupazione italiana (sia per quantità che per qualità), l'epidemia da COVID-19 - i cui effetti sull'economia si possono già stimare in una perdita di PIL pari al 10/11% -  rischia di compromettere ulteriormente la situazione. 

"Le dinamiche dell'ultimo anno e le previsioni per il 2020" anche alla luce della comparazione con l'UE: l'ultimo Osservatorio sul mercato del lavoro curato dal Centro Studi e Ricerche Itinerari Previdenziali

Il possibile impatto di COVID-19 sull'economia italiana

Anche supponendo che l'emergenza sanitaria in corso non duri più di 3 mesi, il conto da pagare per le finanze italiane sarà elevatissimo, con un aumento del debito pubblico fino a 2.460 miliardi, una riduzione del PIL pari a circa l'11% e almeno 98.000 imprese a rischio fallimento: ecco perché servono interventi rapidi e convincenti per contrastare COVID-19 anche in termini di politiche economiche e industriali. 

Debito pubblico, PIL e occupazione: le stime Itinerari Previdenziali sulle implicazioni della pandemia scatenata dal virus SARS-CoV-2