Temi

Guardare all'essenza degli investimenti per estrarne l'alfa

a cura di Sagitta SGR

A fronte di un outlook economico negativo che potrebbe perdurare nel medio-lungo termine, è il momento di riportare al centro il ruolo di una finanza che, attingendo a tutte le sue caratteristiche di flessibilità e adattabilità, sia in grado di generare un circolo virtuoso per supportare le esigenze dell'economia reale 
 

Il cigno nero (volume 2)

Michaela Camilleri

I cigni neri entrano sempre più a far parte del "nuovo ordinario". Come PIL, inflazione e scelte di politica monetaria influiscono sulla gestione dei patrimoni istituzionali in un contesto di continua crisi?

Arriva la primavera, è tempo di bilanci

Gianmaria Fragassi

Giunti quasi al termine del primo trimestre, con i bilanci del 2021 ormai consolidati, è il momento di provare a interpretare i risultati dello scorso anno e tracciare ipotesi per il 2022: quali prospettive per gli investitori istituzionali italiani che vedono all'orizzonte la ripresa post COVID-19?
 

L'inflazione al bivio

a cura di DPAM

Come si muoverà l'inflazione dopo il 2021? Dalla risposta a questa domanda dipenderanno sia le prossime mosse dei policy maker sia gli orientamenti di medio termine degli investitori: demografia, tecnologia e alto tasso di indebitamento le (altre) forze in gioco da considerare per un'attenta valutazione degli scenari di mercato

PNRR al via: da dove si parte?

Giovanni Gazzoli

Un intero capitolo dell'ultimo Rapporto annuale Istat è dedicato a tracciare il quadro generale del Paese in relazione a due temi chiave per il PNRR, vale a dire investimenti e ambiente: un'analisi che consente di apprezzare lo stato dell'arte su cui l'ambizioso progetto di spesa mira a impattare con decisione

Alcune notizie utili per la riforma fiscale

Alberto Brambilla

Quando si parla del sistema fiscale italiano si tende spesso a trascurare una forma di progressività "occulta" ma significativa: all'aumentare dei redditi diminuiscono fino a sparire deduzioni e agevolazioni. Un bell'incentivo a evadere in un Paese nel quale il 43,68% dei cittadini paga solo il 2,31% di tutta l'IRPEF, mentre il 13,22% ne corrisponde il 58,86%